lunedì 4 giugno 2012

CHIUDO IL CANTIERE

Due giorni intensi nel mio cantuccio... produttivi. Finalmente ho finito!
Mi mancano solo i nastrini del libretto che sono ancora da comprare ma quello è un lavoretto semplice semplice.
Solo tre giorni di lavoro e poi inizia il turbine di parenti cene, baci, abbracci, emozioni, tensioni... poi cisarà il gran giorno e poi viaaa. Viaaa per tre settimane di vacanza! Finalmente, quanto le desidero.
Ecco, con la produzione di oggi possiamo dichiarare chiuso il cantiere matrimonio.

Il coprispalle modaiolo per il ristorante:



 I libretti per la chiesa, con la formula quella da recitare insieme con amore

 La borsetta per il cellulare (il mio pollo sarà in ritardo.. lo so) e per i fazzoletti:

 E questa è l'opera più bella ma non vi posso dire che cos'è perchè è una sorpresa!

lunedì 14 maggio 2012

TUTTO SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE.

Alle soglie di un esaurimento nervoso (erano anni che non urlavo così) le ultime ore sono finalmente più serene. Forse merito del sole e delle giornate lunghe, forse merito di Carlo che mi coccola un pò di più, forse merito di me stessa che so sempre trovare la maniera di rialzarmi anche dopo gli scivoloni più rovinosi. Tie'.
Il respiro della mia anima, la mia fonte di serenità sono le mani e tutto ciò che riesco a farci. Ormai è il mio assioma.
Ecco le ultime produzioni...


Questo è il papillon per mio nipotino che ci porterà le fedi...

"Simone, allora ti va di farci da pagetto?"
"Ecchee il pagetto, zia?"
"Allora, devi prendere un ciscino dove qualcuno ha messo le nostre fedi e devi camminare davanti a me e al nonno con questo ciscino in mano fino allo zio Carlo, va bene?"
"... ..."
"Simone, hai capito?"
"... ..."
"Simo??!!"
"Mih zia, ma è difficile!!"





sabato 12 maggio 2012

ANTEPRIMA!

Manca solo un mese, un mese esatto al SI' più importante... e me la sto facendo sotto!
Me ne stanno sucedendo di tutti i colori: faringite, ciste infiammata, tosse nervosa , contrattura collo, lavoro 12h/24h, mamma con attacchi di panico... insomma non sono stati facili gli ultimi mesi e nemmeno lo sarà quest'ultimo. MA quei pochi nervosi ritagli di tempo in cui sono riuscita a rinchiudermi nella mia stanzetta sono pregni di riflessioni serene e di amore. Le prime foto della produzione:



sabato 31 marzo 2012

VIVA LA PASTA!

Quella mia collega (che non smette mai di stupirmi per testardaggine, intelligenza e correttezza) è magra magra. Secca secca. Ma in pausa pranzo si mangia certi contenitori magnum di pasta... genere Bud Spencer. Davvero ti domandi fisicamente quella cofana di pasta come fa a comprimerla tutta in quella gabbietta toracica così minuta.
E allora è successo che è venuto il giorno del suo compleanno e io lo avevo architettato da tempo:



martedì 24 gennaio 2012

SGABELLO E... CANNUCCIA!

Sì, lo Svarione degli Anelli l'ho visto anche io.
I bambini vanno matti per questo sgabello che teniamo di fianco al camino della taverna.
Sarà che  è piccolino e leggero.
Sarà che è fatto con tanto amore, con gli avanzi dello scaffale che abbiamo smontato e rimontato, ogni volta avnzando qualche pezzo.
Ci voleva sopra qualcosa di morbido, così che i bimbi quando lo trascinano come un deambulatore e ci sbattono sopra la faccia finiscono sul morbido;)



COUNTRY KITCHEN

Ore e ore di lavoro, settimane che passano e la mia vita è solo dentro in quel disgraziato ufficio.
Torno a casa... stasera ho timbrato 20:43. 
Mangiato patatine e confetti.
Che senso ha? E' questa la vita che voglio?
Serve guadagnare per buttare tutto in un viaggio di nozze.
Non trovo il senso di me.
Ma torno a casa e la porticina dei "mes affaires" mi chiama a gran voce.
Un'ora tra forbici e macchina da cucire è meglio di una SPA.
Questo è il mio mondo.


venerdì 6 gennaio 2012

E' ARRIVATA ANCHE L'ANNINA!

Puntualissima e veloce è arrivata l'Annina, la SSSsorellA di Simone.
Quando siamo arrivati all'ospedale se ne stava seduto sul letto accanto alla sua mamma e quando mi ha visto gli si è illuminato il viso e indicando la culla mia ha detto: "Zia, guarda la SSssSSSorellA!"
Poi dopo una decina di minuti si è preso la giacca tutto spazientito e: "Basta! Andiamo! Sono stufo di guardare la sorella!!"
E mentre uscivamo dall'ospedale, attraversando i corridoi: "Zia, ma perchè ci sono tutte queste classi??"
Amore mio. Amori miei.
Questa la torta che non fa ingrassare che abbiamo portato alla cognatina:


PS: anche questa non è un'idea mia ma l'ho vista qui.

IL GUFETTO DOVE LO METTO?

Alle nostre mamme per Natale abbiamo regalato un libro adeguato ai gusti di ognuna. Però, siccome la mamma è sempre la mamma, non volevo che fosse un regalo "vado, compro, incarto e stop". Volevo metterci qualcosa a testimonianza del nostro affetto per loro che sono entrambe due grandi mamme affettuose e sempre pronte a dare una mano. Di quelle mamme che noi figli siamo sempre i migliori al mondo e anche se non è vero è di grande conforto quando il morale è a terra. Di quelle mamme che se danno "x" a te bisogna dare "x" anche a tuo fratello perchè i figli sono tutti uguali. Di quelle mamme che sei tu hai un dispiacere per 5, loro hanno un dolore per 5000. Insomma così.
Allora ecco il mio piccolo quid affettuoso:





PS: questa non è un'idea mia. L'ho trovata e copiata da qui.

MI BUTTO NELLA CASSAPANCA

Era tanto bellina che non potevo lasciarla nella vecchia casa... però qui andava un pò accompagnata nell'inserimento.. ha fatto subito amicizia con il divano di Carlo ma per rassicurarla un pò l'ho premiata con un cuscino e un salsicciotto nuovi:





PS: il salsicciotto è ripieno di ritagli di vestiti vecchi inutilizzabili... piuttosto che buttarli...